Suggerimento 1: dov'è la fonte del fiume Oka

Mexico's Cutest Beach Town? | Exploring Sayulita (Luglio 2019).

Anonim

Oka - il sesto fiume più grande d'Europa e uno dei più grandi in Russia, è il più potente affluente del Volga. Ai suoi piedi - quasi l'intera parte centrale della Russia.

Iniziare


L'inizio del fiume Oka si svolge nella regione di Oryol - nel villaggio di Aleksandrovka, nel distretto di Glazunovsky. Questo posto è un monumento del design del paesaggio di importanza regionale.
Le prime menzioni degli Oka appartengono al 12 ° secolo e si trovano negli annali appartenenti alla penna di Nestore il Chronicler. Il nome del fiume, secondo i ricercatori, risale all'acqua - acqua. La lunghezza dell'Oka è di 1.498 km, 176 dei quali attraversano la regione di Mosca. Oka - il più grande fiume della regione di Mosca.
In precedenza, il famoso sentiero del pane dell'antico stato russo passava lungo questo fiume. Ai tempi dell'antica Rus 'Oka tra i fiumi era di fondamentale importanza per gli abitanti dello stato. Secondo le cronache, nell'Oka, il principe russo Svyatoslav andò a distruggere la capitale del Khazar Khanate, la città di Itil.
Nel corso del tempo molte città russe di grandi e medie dimensioni si sono formate lungo il fiume Oka, poiché il fiume attraversa diverse aree: Oryol, Tula, Belgorod, Mosca e Nizhny Novgorod. A Nizhny Novgorod, il fiume Oka scorre nel più grande fiume russo, il Volga, essendo il suo giusto affluente.

Alla fonte


L'amministrazione della regione di Oryol ha concesso lo status ufficiale alla fonte dell'Oka solo nel marzo 1996. Tuttavia, l'aggiornamento del territorio adiacente alla fonte iniziò nel 1982. Nel 1998, il Patriarca Orlovsky e Livensky hanno consacrato l'acqua della sorgente, desiderando che l'acqua abbia sempre proprietà curative.
Attualmente, l'area alla fonte dell'Oka è attrezzata per le esigenze di coloro che vengono qui. Questo bellissimo posto inizia con un falso cancello che apre la strada alla sorgente dell'Oka. Immediatamente, i visitatori si ritrovano in una "meravigliosa" grandinata, abitata da personaggi fiabeschi: idoli di legno, uccelli fantasiosi. C'è una capanna "sulle cosce di pollo" conosciuta dal folklore russo. L'acqua di una piccola sorgente circondata da massi scorre in un piccolo stagno. Secondo coloro che erano personalmente alla sorgente di Oka, è gelido. Non lontano dalla sorgente dell'Oka c'è una piccola cappella di legno.

Affluenti di Oka


L'occhio nel suo percorso gira intorno all'intera Upland Central Russian. Il fiume si fonde con i seguenti piccoli fiumi, che sono i suoi affluenti: a Orel - con Orlik, a Tula - con Upy, vicino a Kaluga - con Ugra, a Kolomna - con il fiume Moscova.
Spesso c'è un alluvione sull'Oka, che è sempre burrascoso, così sono state costruite due dighe sul fiume - nelle regioni di Ryazan e Mosca.

Suggerimento 2: le origini del fiume Oka

L'Oka è un fiume che scorre in Russia e ha una lunghezza di 1.498, 6 chilometri e una superficie di bacino di 245 mila chilometri quadrati. Le acque dell'Oka attraversano le regioni di Oryol, Tula, Kaluga, Mosca, Ryazan, Vladimir e Nizhny Novgorod.

Da dove viene il nome del fiume?


Su questo account ci sono un certo numero di opinioni e ipotesi. La più probabile è l'origine ugro-finnica del nome Oka. Il fiume potrebbe essere chiamato questo etnonimo tribù Meshcher, Murom, Mordovians o altri.
Lo storico M. Vasmer ritiene che il nome del fiume debba la sua origine alla lingua tedesca, poiché nell'antica lingua dei popoli tedeschi la parola "aha" è stata tradotta con "acqua". E in Westfalia (il territorio della Svizzera moderna) c'è un fiume chiamato Aa.
Un altro scienziato - O.N. Trubachev ritiene che il nome del fiume sia di origine baltica, poiché questa ipotesi spiega al meglio lo stress sull'ultima sillaba nel nome. A conferma di questa opinione, lo storico cita prove che ancor prima delle tribù slave sulle rive del fiume vivevano i Balts o, come venivano chiamati, le tribù del Goladi.
Quale di queste ipotesi è una storia vera ancora da capire, ma da dove proviene l'Oka?

Fonte e ulteriore corso del fiume


La "patria" di Oka è la regione di Oryol, o meglio una primavera nel villaggio di Aleksandrovka, nel distretto di Glazunovsky. Il torrente scorre anche attraverso l'Upland centrale russo, dopo di che forma una valle fluviale profondamente incisa e molto stretta con una forte inclinazione.
Così, anche un piccolo fiume scorre in realtà nella città di Oryol, dove si fonde con un altro fiume - Orlik, e le loro acque mosse si dirigono verso la regione di Tula.
Nella regione successiva, l'Oka si fonde con l'Ula e scorre verso Kaluga, dove, a sua volta, si connette con l'Ugra, fa una svolta molto marcata verso est e attraversa le città di Aleksin e Tarusa. Dopodiché, l'Oka torna a nord e nel sobborgo di Protvino torna a est.
Già nella regione di Mosca, dove il fiume Oka attraversa Tula, vicino alla città di Kolomna, l'Oka si fonde con il fiume Moscova e si dirige a sud. Nella regione di Ryazan, che scorre in zone molto collinose, il fiume si collega con la Pronea locale e si gira nuovamente a nord, dove già vicino a Kasimov si fonde con Moksha.
Successivamente, con curve molto evidenti, l'Oka attraversa il distretto Yermishinsky della regione di Ryazan tra le regioni di Vladimir e Nizhny Novgorod, vicino a Murom, Pavlovo e Dzerzhinsk. Alla fine del suo lungo viaggio, lungo quasi un migliaio di chilometri, l'Oka forma un giromanica lungo 2, 5 km e sfocia nella regione di Nizhny Novgorod nel fiume russo più grande e lungo: il Volga.

Suggerimento 3: dove si trova la fonte del Volga

Il Volga è un grande fiume russo che è diventato a lungo un simbolo della Russia. È dipinta sulle tele degli artisti, la sua grandezza è cantata più di una volta in canzoni e poesie. Quando suona il nome di questo fiume, l'immaginazione disegna immediatamente un'immagine delle vaste distese d'acqua. Ma nei suoi tratti più alti, il Volga è solo un piccolo ruscello.

Da dove inizia la Volga


Molte persone sanno che il Volga sfocia nel Mar Caspio. Ma da dove proviene questo fiume, non tutti diranno. Nel frattempo, alla fonte del Volga ci sono molte attrazioni che attirano numerosi turisti interessati alle risorse naturali della Russia e alla storia del paese. E il Volga è uno dei più famosi tesori naturali della terra russa.
Il Volga inizia il suo lungo viaggio attraverso le distese della Russia nell'area del piccolo villaggio di Volgoverkhovye, situato nel distretto di Ostashkovsky nella regione di Tver. La sorgente del grande fiume si trova a un'altitudine di circa 230 m sul livello del mare, a sud-ovest del villaggio. Qui, da una piccola palude, alcune minuscole sorgenti si dirigono verso la superficie della terra, che si uniscono in un piccolo specchio d'acqua.
In questo luogo, il Volga può essere facilmente saltato e persino oltrepassato, perché è solo uno streamlet largo poco più di mezzo metro e profondo 30. L'acqua in questo luogo ha una caratteristica tonalità rosso scuro. La fonte del Volga è così piccola che negli anni secchi si asciuga periodicamente quasi completamente. Vicino alla sorgente del Volga, situato sulle colline di Valdai, inizia il sentiero ecologico, che attraversa una zona pittoresca.
Direttamente vicino alla sorgente fu costruita una cappella, alla quale fu posato un piccolo ponte. Trecento metri dalla sorgente si possono vedere i resti di una vecchia diga di pietra, eretta all'inizio del secolo scorso, negli anni in cui il monastero di Olginsky esisteva. Dopo tre chilometri e mezzo, un piccolo ma piccolo fiume entra nel lago Malye Verkhity.

Upper Volga


Poi, dopo circa 8 km, sulla via del Volga si trova un lago più grande Sterzh, che fa parte del sistema del bacino del Volga Superiore. Il fiume taglia le acque di questo bacino, quasi senza mescolarsi con esse. La gente del posto dice che con il bel tempo dalla riva del lago si vede come il Volga lo attraversa con forza. Sulla via del grande fiume russo ci sono anche i laghi Vselug, Peno e Volgo, dove c'è una diga che regola il flusso e il flusso dell'acqua.
Il Volga passa attraverso la regione di Tver in modo considerevole - oltre 680 km. In questa sezione, più di cento affluenti - piccoli fiumi e torrenti - affluiscono nel fiume. Quindi il fiume trasporta le sue acque attraverso il vasto territorio della parte europea della Russia. Il bacino del Volga ad ovest inizia dalle colline Valdai e si estende ad est quasi fino agli Urali. Il Volga superiore è considerato la sezione dalla sorgente al luogo in cui questo fiume si collega con l'Oka.