Brazilian Wandering Spider (Phoneutria): morso, attacchi e altri fatti

FUI PICADO?!- Pegando Mortal Aranha Armadeira Na Mão (Giugno 2019).

Anonim

I ragni vagabondi brasiliani sono i ragni più velenosi del pianeta. Appartengono al genere Phoneutria, che consiste in un certo numero di specie di ragni. Un paio di queste specie, tra cui Phoneutria nigriventer, P. keyserlingi e P. fera sono indicati come ragni vagabondi brasiliani.

Fatti ragni vagabondi brasiliani

Phoneutria nigriventer - una delle poche specie di ragni vagabondi brasiliani. (Credito fotografico: Techuser / Wikimedia Commons)

Il ragno vagabondo brasiliano è un ragno altamente velenoso e aggressivo. Conosciuto anche come ragno "banana" (perché questi ragni si trovano spesso nelle spedizioni di banane), il ragno vagabondo brasiliano "vaga" sul pavimento della giungla invece di vivere in una tana o costruire una rete.

Specie vagabonde brasiliane

Phoneutria bahiensis, una specie di ragno errante brasiliano. (Photo Credit: Arnaldo de Souza Vasconcellos Júnior / Wikimedia Commons)

Anatomia del ragno brasiliano

(Credito fotografico: Bernard DUPONT / Wikimedia Commons)

I ragni vagabondi brasiliani sono noti per essere aggressivi, grazie all'allarmante tossicità del loro morso. Tuttavia, interessante, quel comportamento è in realtà un meccanismo di difesa. Quando sono minacciati o sotto attacco, sollevano le loro prime due paia di zampe, indicando ai loro predatori che sono pronti ad attaccare. I loro morsi, quindi, sono in realtà un atto di autodifesa e lo fanno solo quando sono provocati, accidentalmente o intenzionalmente.

Morso di ragno errante brasiliano sugli umani

Il morso dei ragni vagabondi brasiliani può essere letale. (Photo Credit: Epic Wildlife / Youtube)

Il veleno è un cocktail complesso di tossine, peptidi e proteine ​​che colpisce i canali ionici e i recettori chimici nei sistemi neuromuscolari delle vittime. Accade così che il veleno che il ragno brasiliano Phoneutria nigriventer inietta nella sua vittima abbia dimostrato di contenere alcune frazioni di polipeptidi tossici, alcune delle quali sono state purificate e provate come neurotossiche (fonte). Una delle frazioni tossiche, denominata PhTx-3, ha sei peptidi neurotossici (da Tx3-1 a Tx3-6).

La sperimentazione ha dimostrato che PhTx3 e uno dei peptidi denominati Tx3-3 agiscono come bloccanti dei canali del calcio diminuendo l'ingresso di calcio che contribuisce al rilascio di glutammato3 e acetilcolina2 nelle sezioni e nei sinaptosomi corticali del cervello di ratto. In parole semplici, il veleno dei ragni vagabondi brasiliani incasina la funzione del cervello e causa scompiglio alla vittima.