In che modo il carbone attivo purifica l'acqua?

Aquascaping Lab - Pulizia e manutenzione acquario, composizione del filtro, sifone, lame antialga (Giugno 2019).

Anonim

Per coloro che non hanno assistito alla magia del carbone di legna, prova questo: in primo luogo, riempire due vasi con acqua. Ad entrambi i vasi, aggiungi del colorante alimentare e mescola accuratamente le miscele. Successivamente, aggiungere 2-3 cucchiai (o più a seconda delle dimensioni del barattolo) di carbone vegetale in polvere in un barattolo. Lasciare riposare i vasi per almeno due giorni.

Il risultato? Dopo 2-3 giorni, scoprirai che il barattolo alimentato con carbone di legna è quasi trasparente come lo era dopo il primo passaggio. Sembrerebbe che il carboncino abbia assorbito la colorazione alimentare, in tal modo "purificando" l'acqua. Tuttavia, come raggiunge il carbone?

Carbone attivo

È stato segnalato che la capacità del carbone di legna di purificare le sostanze è stata impiegata già diversi millenni fa, quando gli egiziani la usavano per eliminare alcuni elementi indesiderabili nel processo di produzione del bronzo.

Il motivo per cui il carbone è un così straordinario adsorbitore è che ha una superficie sorprendentemente porosa. I suoi miliardi di atomi di carbonio sono separati da milioni di pori. Fondamentalmente, vanta un'ampia superficie per catturare e immagazzinare le impurità. La sua porosità può essere resa ancora più impressionante e la superficie è estremamente grande trattandola con l'ossigeno. Il carbone risultante è noto come carbone attivo, che è ciò che il depuratore d'acqua utilizza per purificare l'acqua.

(Credito fotografico: Flickr)

I purificatori consistono in un letto di carbone attivato che l'acqua contaminata attraversa per essere eliminata dai suoi contaminanti. Secondo Wikipedia, un grammo di carbone attivo del letto ha una superficie superiore a 32.000 piedi quadrati. Per la prospettiva, una cucchiaiata di carbone attivo è stimata per equiparare alla superficie di un campo di calcio! Tuttavia, indipendentemente dalle sue impressionanti capacità, la quantità di purificazione varia con la velocità con cui il carbone viene esposto all'acqua. Più lentamente l'acqua passa attraverso il letto, più lungo è il tempo che viene esposto ai contaminanti.

Adsorbimento e attrazione chimica

(Credito fotografico: Pixabay)

Una sostanza viene adsorbita chimicamente quando, mentre si muove oltre la superficie del carbone, si attacca ad essa dopo essere stata intrappolata in uno dei suoi milioni di pori. Le sostanze che sono più inclini ad essere intrappolate in questo modo sono composti organici o basati sul carbonio. D'altra parte, una sostanza viene chimicamente attratta quando i suoi ioni negativi vengono attirati dagli ioni positivi del carbone attivo. Le sostanze più inclini ad essere attratte in questo modo sono composti inorganici, in particolare quelli che sono a base di cloro.

Sarebbe un errore credere che i depuratori d'acqua siano invincibili e che il carbone attivo che ospitano possa assorbire tutto ciò che si butta su di esso. Ci sono alcuni composti che sono indifferenti all'attrazione; passano attraverso il letto completamente non assorbito. Questi includono minerali, nitrati, sodio e alcuni altri composti inorganici disciolti.

(Credito fotografico: Pixabay)

Infine, il carbone attivo non è solo utilizzato da depuratori d'acqua, ma anche da macchine da caffè, impianti chimici, creme per il viso, acquari e anche da mozziconi di sigarette. È ciò che rende una funzione maschera antigas. Tuttavia, è imperativo ricordare che il carbone diventa inutile dopo un po '. Dopo tutto i suoi pori sono occupati da agenti inquinanti, purifica liquidi e gas con la stessa efficacia di un ciottolo. A questo punto, il carbone occupato deve essere sostituito con un nuovo carbone non occupato.