Come è fatta l'insulina artificiale?

*** CANNELLA PROPRIETA *** BISCOTTI di RISO alla CANNELLA e PEPERONCINO (Giugno 2019).

Anonim

Sappiamo tutti che il DNA è il codice sorgente della nostra esistenza. Contiene tutte le informazioni necessarie per la nostra sopravvivenza e viene trasmessa di generazione in generazione, proprio come il Maestro Oogway ha trasmesso la sua saggezza a Shifu e Po! Il DNA controlla la produzione di proteine, che fondamentalmente gestiscono il corpo. Una volta che gli scienziati lo hanno capito, come potete aspettarci, hanno cercato di escogitare modi in cui potevano alterare il nostro codice sorgente, il nostro DNA, per apportare le modifiche desiderate. Lo sviluppo della tecnologia del DNA ricombinante è stato uno di questi risultati. Sorprendente come sembra, anche la tecnica usata per creare l'insulina che ora utilizzava in tutto il mondo per controllare il diabete.

DNA

DNA (Photo Credit: Pixabay)

DNA ricombinante

È necessario menzionare qui che non è sufficiente che l'ospite riprenda il DNA ricombinante. Ha anche bisogno di incorporarlo ed esprimerlo. Ciò significa che, se il frammento di DNA desiderato ha causato la produzione di una proteina, allora la cellula ospite deve incorporare il DNA ricombinante e anche produrre la proteina. Solo allora l'intero processo è considerato riuscito. Pertanto, per garantire ciò, vengono utilizzati anche i fattori di espressione.

I vettori utilizzati possono essere plasmidi, virus, minuscole particelle di elementi come il tungsteno, ecc. Tuttavia, il principio di base del DNA ricombinante rimane lo stesso, così come lo schema di base del processo.

Insulina

Il gene per la produzione di insulina è identificato e isolato. Come ospite, vengono usati Escherichia coli o Saccharomyces cerevisiae. Tuttavia, la prima insulina artificiale è stata preparata usando E. coli. Il plasmide viene usato come vettore e il DNA umano è attaccato al DNA plasmidico, che lo incorpora. Questo plasmide viene quindi reintrodotto nei batteri che ora è chiamato un batterio ricombinante. Questi vengono poi coltivati ​​e coltivati ​​in enormi vasche, da cui viene estratta e purificata l'insulina prodotta da loro.

(Credito fotografico: PxHere)

È importante capire che la selezione dei vettori è una parte importante di questo intero processo. Il vettore deve essere compatibile con il DNA del donatore e l'ospite. Deve anche essere in grado di indurre la replica e / o l'espressione e la produzione.

Spesso, non è necessario che tutti i batteri assorbano il DNA plasmidico. Questo è dove i marcatori sono utili. Per esempio, se si usa la resistenza antibiotica come marcatore, i batteri ricombinanti possono semplicemente essere coltivati ​​in un terreno che ha quell'antibiotico. Quelli che hanno assunto il DNA plasmidico avranno anche resistenza agli antibiotici e sopravviveranno, mentre gli altri periranno.

Questa è stata una scoperta importante per l'uomo. Questa tecnologia è stata utilizzata nella produzione di insulina per i principianti. È stato anche usato per creare vaccini (epatite B), droghe, cereali più durevoli e per curare e gestire una serie di malattie.