Perché le lenti a contatto devono essere cambiate ogni pochi giorni?

Tic oculare: 7 possibili motivi (Giugno 2019).

Anonim

L'occhio umano è un organo molto complesso. Contiene una serie di componenti più piccoli che funzionano in perfetto tandem per aiutarci a vedere il mondo intorno a noi. Tuttavia, a volte, accade che alcuni di questi organi cessino di funzionare alla loro massima efficienza, quindi la qualità della nostra visione diventa compromessa.

Per affrontare una situazione del genere, l'uomo ha inventato occhiali correttivi e lenti a contatto che aiutano a migliorare la visione dei pazienti affetti da miopia e ipermetropia. Se conosci una persona che indossa le lenti a contatto, potresti aver notato che, a differenza degli occhiali correttivi, le lenti a contatto devono essere cambiate abbastanza frequentemente.

Gli occhiali correttivi devono essere sostituiti molto meno frequentemente delle lenti a contatto. (Credito fotografico: Pathdoc / Shutterstock)

Mentre gli occhiali devono essere cambiati solo quando la visione di chi li indossa migliora / si deteriora, o se c'è un danno strutturale al vetro, le lenti a contatto devono essere cambiate molto più regolarmente di così. Ci sono lenti a contatto che devono essere cambiate in un mese, una quindicina di giorni, una settimana

.

in effetti, alcuni sono buoni solo per 24 ore!

Cosa rende "buone" le lenti a contatto per un tempo così breve (rispetto agli occhiali)? Inoltre, perché le diverse lenti a contatto hanno durate diverse?

Lenti a contatto

Una lente a contatto. (Credito fotografico: Creative Commons / Wikimedia Commons)

Anche indicati semplicemente come contatti, sono progettati per adattarsi alla forma esatta degli occhi di chi li indossa (per ovvi motivi).

Una lente a contatto funziona più o meno come un normale obiettivo; è progettato per migliorare la visione correggendo l'errore di rifrazione (una condizione in cui la luce non è correttamente focalizzata sulla retina dell'occhio del paziente, con conseguente scarsa visione). L'obiettivo focalizza i raggi luminosi in modo tale da incidere su un singolo punto della retina, che aiuta a formare un'immagine nitida di un oggetto.

Il ruolo della cornea

La cornea ha un sacco di terminazioni nervose, che lo rende uno dei tessuti più sensibili del corpo; è sensibile alla temperatura, al tatto e alle sostanze chimiche. Se accidentalmente si tocca la cornea, viene attivato un riflesso involontario che fa chiudere l'occhio.

La cornea nell'occhio umano. (Credito immagine: Wikimedia Commons)

Il fabbisogno di ossigeno di Cornea

Una lente a contatto non dovrebbe bloccare l'apporto di ossigeno della cornea. (Photo credit: איתן טל / Wikimedia Commons)

È qui che entra in scena la vita delle lenti a contatto.

Durata delle lenti a contatto

In parole povere, quanto più i contatti consentono all'ossigeno di permeare, tanto più possono essere indossati prima di essere gettati via.